.
Annunci online

glyph
il mondo di percival everett negli occhi del piccolo ralph


altri glifi e cancellazioni


12 giugno 2007

Biancaneverett

A noi piacciono i libri che contengono una quantità di pattume, materiale che si presenta come non del tutto rilevante (o per nulla rilevante, in certi casi) ma che, se gli si presta la dovuta attenzione, può fornire una specie di "senso" di ciò che accade.
Questo "senso" non si ottiene leggendo fra le righe (giacché non c'è nulla in quegli spazi bianchi) ma leggendo per l'appunto le righe, ovverosia osservando le righe e arrivando in tal modo a una sensazione non esattamente di soddisfazione, ché sarebbe aspettarsi troppo, ma di averle lette, di averle "completate".

Donald Barthelme, Biancaneve, minimum fax, 2007, pagina 149. Traduzione di Giancarlo Bonacina





permalink | inviato da glyph il 12/6/2007 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 maggio 2007

Cicciabomba

respiro a fatica, ho un dolore nel petto, un argomento, bevi sempre troppo, accompagno pesantemente il movimento della mano, la solita difficoltà nel fare i gesti più semplici,

cicciabomba, cicciabomba

un altro fulmine, un bel neon che divide in due l'oscurità, trovo la cassetta, un tuono, l'oscurità ruggisce, non mi stupirei se il mare si fosse scambiato di posto col cielo per rovesciarsi sulla terra, vado avanti, mi sembra di guidare sul cielo, su una strada che continua nelle tenebre all'infinito, metto la cassetta nell'autoradio, spingo il tasto del riavvolgimento veloce, un graffio nel silenzio, un argomento di conversazione nell'autogrill,

guarda quella cicciona ubriaca persa

Dulce Maria Cardoso, Le mie condoglianze




permalink | inviato da il 16/5/2007 alle 14:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


10 maggio 2007

Glifi di Burri





permalink | inviato da il 10/5/2007 alle 22:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


5 maggio 2007

glifi ancestrali



Intravidi per la prima volta la Glastonbury Tor dal finestrino del pullman, a una ventina di chilometri di distanza. Sembrava uno dei pilastri quadrati disegnati sulla carta della Luna del mazzo dei tarocchi. Un’immagine sconcertante per la sua familiarità. Se era vero quello che affermava Jung, che esistono glifi universali impressi nella psiche umana, allora la torre in cima alla collina era certamente un glifo.
 
Janine Pommy Vega, Sulle tracce del serpente




permalink | inviato da il 5/5/2007 alle 22:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 aprile 2007

Altri glifi e cancellazioni

Io cancello le parole per custodirle,
è un gesto di salvezza.
Le mie tecniche di linguaggio espressivo
mi consentono di sparire
per poi riemergere.

Emilio Isgrò





permalink | inviato da il 29/4/2007 alle 17:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
recensioni
genialità
glyph
traduzione
scelte editoriali
everett
altri glifi e cancellazioni
personaggi

VAI A VEDERE

greenwich
oblique studio
nutrimenti
dentro il cerchio


Everett legge Glyph (video)
Intervista a Everett
Luca Sofri legge Glifo (video)
Glifo a Condor (Radio2)



CERCA